NAIL POLISH MARATHON, GIORNO 23: NAIL ART ISPIRATA AD UN FILM

Pensavo che quella di oggi dovesse essere una scelta facile. Invece mi son ritrovata a dover scegliere tra tantissime opzioni e nessuna mi sembrava abbastanza semplice da riproporre sotto forma di nail art.
Il primo da scartare è stato il mio film preferito in assoluto, ho bisogno di tempo e di riflessione per tirarvi fuori qualcosa di disegnabile e nulla mi vieta di farla in un secondo momento.

Così ho optato per un altro film legato, come la canzone di ieri, alla mia infanzia.
Ricordo spesso i miei genitori che parlavano di una guerra che per me e per i miei libri di scuola non era mai avvenuta. Sono certa che il mio sussidiario passasse dalla Seconda Guerra Mondiale alla Guerra Fredda, saltando a piè pari il Vietnam.
Un conflitto che ha fatto milioni di vittime, tra giovani americani e vietnamiti, e che continua a mieterne a causa di ordigni ancora inesplosi.
Sento la voce di mia madre che parla di ragazzi che fuggivano in Canada, cambiavano identità, rinnegavano la loro stessa patria pur di non sottoporsi a quell’inutile carneficina.
Ed è con commozione che ne parlava; vedevo in lei la fragilità di una adolescente che non poteva fare niente per cambiare le cose.

E nemmeno il protagonista, nel film che ho scelto, ha potuto fare molto per i suoi compagni.
Era solo un dj, seppure il migliore, e il suo unico mezzo era la stazione radio dell’esercito degli Stati Uniti.
Sto parlando di Goodmorning, Vietnam!, film del 1987.
Magistralmente interpretato da un giovane Robin Williams, vincitore del premio Oscar come miglior attore protagonista nonchè del Golden Globe, questo film può vantare una colonna sonora invidiabile, dalla voce di James Brown a quella di Louis Armstrong passando per quella delle Supremes e di moltissimi altri mostri sacri della musica internazionale.
Godetevi una delle scene iniziali del film e se non l’avete mai visto, correte presto ai ripari. È sensazionale!

 

La base per la mia nail art l’ho fatta in stile “mimetico” militare. Ho iniziato dal verdone e ho continuato “macchiando” di verde e di marrone, con un pennello grande e morbido.

Sull’anulare, che ho dipinto con uno smalto “nude”, ho disegnato le cuffie da dj e sulle altre dita, nascoste tra la fitta vegetazione del Vietnam, piccole radio che trasmettevano in diretta da Saigon la voce di Adrian Cronauer.

Spero che vi piaccia!
Arrivederci a domani con la mia maratona, bye bye!

One Comment Add yours

  1. skeletonnails scrive:

    good morning

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...