BURLESQUE STYLE, SATIRA, SPETTACOLO E NAIL ART

Cosa pensate se dico “burlesque“? E se dico “Dita Von Teese“?
Sono sicura che il novanta per cento di voi avrà pensato a spogliarelli, atmosfere da night club, vestiti rossi di satin. È quello che è venuto in mente a me quando, guardando alcune immagini sul web, ho avuto la geniale idea di ispirarmici per una nail art.
Così ho deciso di dare un’occhiata sull’insostituibile Wikipedia e ho scoperto che il burlesque ha origini parecchio antiche, a dire la verità io non lo facevo più vecchio di un secolo, un secolo e mezzo.

Nato in Inghilterra durante il 1600, il burlesque era uno spettacolo comico-satirico che parodiava commedie più o meno drammatiche o esasperava alcuni modi di recitare in voga in alcuni determinati periodi. Con il passare del tempo però smetteva sempre più di aderire a tematiche sociali e politiche per trasformarsi in un leggero passatempo cantato e ballato.
Con l’approdo negli Stati Uniti, il burlesque ebbe la sua vera e propria evoluzione. Annoiato dal solito spettacolino caricaturale, il pubblico richiese un sostanziale cambiamento dei contenuti e dello stile. Quindi le scene comiche divennero sempre più erotiche e a queste si aggiunsero spettacoli di giocolieri ed equilibristi, danzatrici del ventre, ballerine seminude e siparietti imperniati sui doppi sensi. Tutto questo accompagnato da musica allegra, tabacco e fiumi di alcol.


Dalla metà dell’Ottocento fino alla fine della seconda Guerra Mondiale (dopo la quale vennero introdotti i veri e propri stripteas) il burlesque ha reso celebri alcune donne come Georgia Sothern e Gipsy Rose Lee che grazie alle loro forme e alle loro movenze sono diventate vere e proprie icone di uno stile che prepotentemente è ritornato di gran moda negli ultimi anni con la rivalutazione dello stile vintage e la nascita di quello che è stato definito come il “new burlesque“. I nomi emblematici di questo nuova corrente sono donne come Dirty Martini, le Pontani Sisters e la celeberrima Dita Von Teese.

Dirty Martini
Pontani Sisters

 

Dita Von Teese

 

Ed è proprio a quest’ultima che mi sono ispirata per la mia nail art. Modella statunitense dalla pelle diafana è diventata famosa per il suo striptease nel bicchiere gigante da Martini.
Il suo esordio avvenne come spogliarellista in alcuni locali di periferia dove si distinse per le sue performance eleganti e il suo look anni quaranta. Trasformatasi all’occorrenza in modella fetish, finì col prendere parte anche in alcuni film softcore prima e hardcore successivamente.
Ma la sua eleganza e le sue movenze arrivarono agli occhi di famosi artisti che la consacrano come musa, diva degli amanti del latex e del fetish, Laboutin le personalizza le scarpe e Playboy le dedica la copertina che la farà finire dritta tra le braccia del cantante/musicista Marilyn Manson.
Dopo il matrimonio la Von Teese viene ufficialmente consacrata nel mondo dello show-biz posando per Vivenne Westwood, Moschino, J.P.Gaultier, Agent Provocateur e molti altri.
A lei è stato addirittura dedicato un cocktail a base di Cointreau, famoso liquore all’arancia del quale la Von Teese è stata testimonial, arricchito di note alla violetta.

Per la nail art ho utilizzato il n.06 mat Sense Tech di Deborah come colore di base. La tonalità di questo rosso mi è piaciuta subito e l’ho trovata azzeccatissima per questo lavoro. La scelta di utilizzare uno smalto con finitura opaca è dovuta al fatto che in questo modo sarebbe stato più semplice creare un contrasto efficace con i mini ologrammi esagonali di Lady Nail che volevo assolutamente usare per creare quell’effetto scintillante degli abiti di scena.

Il disegno vero e proprio l’ho realizzato invece con gli acrilici Classico Paint di Primalinea. Con il passare dei giorni sto acquistando sempre più dimestichezza con questo tipo di colori e spero col tempo di poter migliorare sempre di più.
Ma adesso smetto di cianciare e vi lascio alla nail art. Non dimenticate di lasciare un vostro parere nello spazio qui sotto. Ci tengo davvero a sapere la vostra opinione, solo così posso migliorare me stessa e alzare il livello qualitativo dei miei lavori.
Un bacione e non smettete di seguirmi!!




 

22 Comments Add yours

  1. The Fashion Cat scrive:

    Il disegno è bellissimo, complimenti!🙂 gli esagoni rossi invece non mi convincono granchè… non so, mi sembrano ‘disordinati’..

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      grazie mille, ho cercato di sistemare le pailettes nel miglior modo possibile, però forse ho capito come sistemarle meglio la prossima volta. un bacione!

      Mi piace

  2. straluANNA scrive:

    L’articolo è ben fatto e la nail art è super! Adoro questo stile🙂

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      ti piace? devo dire che a detta di tutti quelli che la stanno guardando anche dal vivo sembra molto più bella…in effetti il blush sulle guance non si vede proprio!

      Mi piace

      1. straluANNA scrive:

        poco ma si nota…lo sai che mi piacciono queste cose! più delle geometrie!

        Mi piace

      2. annatì scrive:

        lo so, lo so!

        Mi piace

  3. nailsaholic85 scrive:

    mamma mia che capolavoro!!!!

    Mi piace

  4. marika scrive:

    No vabbè…. MERAVIGLIOSA! *_*

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      grazie sorellina😉

      Mi piace

  5. ale:) scrive:

    il ritratto è stupendo🙂

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      grazie ale, non so chi tu sia ma apprezzo tantissimo🙂

      Mi piace

  6. Thanks for following my blog! Much appreciated! You have a very unique blog!

    Arlen

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      Thanks to stumbleupon for show me your blog! i saw some italian singer on your wall and it was so strange…thank you so much!

      Mi piace

      1. Strang?🙂 why it was strange?🙂

        Mi piace

  7. Tu vuoi proprio strafare !
    E ti riesce benissimo !

    Mi piace

    1. annatì scrive:

      eheheh, sapevo che in questo articolo avresti trovato diletto, ed è bello scoprire che non sei stato l’unico…adesso mi son chiari gli argomenti più nazionalpopolari😉

      Mi piace

      1. C’e’ sempre quell’argomento che mi diletterebbe, ma tu l’hai riposto nel dimenticatoio !😦

        Mi piace

  8. annatì scrive:

    io diletto le masse non gli individui😉 hihihiihi!

    Mi piace

    1. Dilettarne uno per dilettare tutti !

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...